Le Adozioni

Adottare un cane al Canile è una scelta saggia oltre che un gesto di grande valore etico e sociale. In canile gli Educatori conoscono alla perfezione tutti i tratti caratteriali degli ospiti e sono in grado di suggerire gli individui più adeguati per ciascun contesto familiare.

Gli educatori ThinkDog sono disponibili per i colloqui pre-adozione negli orari di apertura al pubblico della struttura: dal lunedì al venerdì dalle 14:00 alle 16:00 e sabato e domenica dalle 14:00 alle 18:00.

Dall’inizio dell’anno a fine settembre, al Parco Canile di Milano sono stati adottati quasi 200 cani!!

Le Adozioni

 

Il numero delle adozioni rappresenta uno dei principali indicatori dell’efficienza del canile. Va detto che le adozioni sono funzione di molte variabili che vanno dalle condizioni (problematiche, età, stato di salute) in cui i cani arrivano al canile alla disponibilità di potenziali adottanti idonei.

Il lavoro degli educatori consente da un lato di modificare le condizioni degli ospiti mediante i programmi educativi / riabilitativi e dall’altro di selezionare i migliori contesti dei potenziali adottanti. Padroneggiando entrambi queste aree è possibile trovare, valutando attentamente caso per caso, il giusto abbinamento tra cane e pretendente per minimizzare il doloroso fenomeno dei rientri.

È interessante analizzare l’età dei soggetti adottati. I grafici seguenti mostrano il quadro delle di adozioni per fascia di età.

 

 

Dove:
Cuccioli    età inferiore a 2 anni
Adulti        età compresa tra 2 e 8 anni
Anziani    età superiore a 8 anni

È normale che la maggior parte delle adozioni sia relativa a soggetti giovani. Tuttavia anche i numeri legati ai soggetti adulti e anziani sono rilevanti e testimoniano come il cambiamento di paradigma culturale “adozione cane = adozione cucciolo” stia costantemente mutando in “adozione cane = adozione individuo più adatto”. Può sembrare un’affermazione forte ma un cucciolo, al giorno d’oggi e nel contesto della metropoli milanese, difficilmente rappresenta la scelta adottiva più felice. Mediamente il tempo libero a disposizione delle famiglie diminuisce sempre di più a fronte di esigenze del cucciolo che, grazie agli studi affrontati anche in ThinkDog diventano realmente “impegnative”. Ed ecco che i soggetti adulti e quelli anziani – decisamente più equilibrati, stabili caratterialmente e in certi casi addirittura pacati – diventano una alternativa non solo valida ma del tutto preferibile a quella del cucciolo. Chi adotta un cane adulto o anziano scopre sempre quanto questi splendidi compagni di vita siano in grado di dare, beffandosi dei più scontati luoghi comuni che assimilano il cane anziano a un essere incapace di affezionarsi, di imparare, e di portare con sé allegria. Provare per credere.

Un’altra analisi utile da fare sulle adozioni è rappresentata dal numero di affidi in base al tempo di permanenza del cane in canile.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.