pappa cani

ORGANIZZARE IL MOMENTO DELLA PAPPA

E' importante che il cane assista alla preparazione del pasto, sia che si parli di cibo industriale (secco o umido) sia - e anzi soprattutto - in caso di cucina casalinga.Molti cani di proprietà presentano problemi di inappetenza o mangiano cibo solo se “drogato” con formaggio o altri ingredienti: avere la possibilità di osservarci mentre prepariamo il loro pasto stimola l'appetito e dona la giusta importanza al cibo stesso!

Questa sezione del blog è un laboratorio dedicato alla condivisione di esperienze, considerazioni, riflessioni e progressi degli allievi ThinkDog. Un posto dove confrontarsi e crescere insieme ma non solo: articoli ricchi di spunti per chiunque abbia un cane. Insomma quello che accade nella scuola è troppo bello e significativo perché rimanga a porte chiuse.

 

cane che mangiaE’ importante che il cane assista alla preparazione del pasto, sia che si parli di cibo industriale (secco o umido) sia – e anzi soprattutto – in caso di cucina casalinga.

Molti cani di proprietà presentano problemi di inappetenza o mangiano cibo solo se “drogato” con formaggio o altri ingredienti: avere la possibilità di osservarci mentre prepariamo il loro pasto stimola l’appetito e dona la giusta importanza al cibo stesso!

Ricordiamo che il CIBO oltre ad essere essenziale per la sopravvivenza è anche un’importante risorsa che abbiamo a disposizione per accreditarci agli occhi del nostro amico!

Non è assolutamente importante che il cane mangi prima o dopo di noi: organizziamo il pasto secondo le nostre abitudini.

pappa caneAd esempio io pranzo solitamente prima di loro, perché dopo il pasto mi reco al lavoro e preferisco andarmene lasciandoli con la pancia piena, mentre a cena preferisco che siano loro a mangiare per primi in modo che poi si rilassino lasciando a noi umani il tempo e il gusto di goderci tranquillamente la cena.

E’ invece importante che sappiano attendere la ciotola con la giusta calma: mentre posiamo la ciotola devono imparare ad aspettare.

Non occorrono comandi: semplicemente se il cane è fermo il nostro braccio con la ciotola scende, se il cane si muove o salta il nostro braccio con la ciotola si alza.

Una volta che la ciotola sarà a terra con il cane seduto, al nostro segnale (via, pappa,ecc.) il cane può mangiare.

Buon appetito!

Condividi questo articolo

Facebook
Google+
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Print
Email

Articoli correlati

3 commenti su “ORGANIZZARE IL MOMENTO DELLA PAPPA”

  1. Sempre utili le vostre indicazioni…ma vorrei sapere un’altra cosa in merito alla ciotola del cibo.
    Ho sempre lasciato di fianco alla ciotola dell’acqua anche quella del cibo, vuota o piena che sia: gliela riempio una/due volte il giorno e lascio che sia lui a gestirsi il momento del cibo. Mi è stato riferito che è un comportamento sbagliato, in quanto sono io che devo gestirgli la risorsa cibo (anche con l’assenza della ciotola quando non è il momento del pasto). Ho il vago sospetto che questo sia vero. Me lo confermate anche voi? Se così fosse, vorrei precisare che sono tre anni che utilizzo questo “metodo”, e vorrei delle indicazioni su come cambiare senza creare traumi.
    Grazie Grazie
    Maria

  2. vorrei aggiungere…il mio sospetto si fonda su due basi: istinto e relazione con Charlie. C’è un suo comportamento che mi insospettisce: quando sta in una situazione che non gli piace o si annoia, abbaia. Es: durate passeggiata se mi fermo a parlare con qualcuno e lui invece capisco che continuare a passeggiare, anche al mio “resta”, non resta, appunto, calmo e fermo, ma abbaia.
    Vorrei anche aggiungere che applico il Vs metodo “educativo” (ho letto libro, guardato video e video,. seguito il seminario di Angelo…e altro ancora, e vorrei fare di più -al momento non posso, purtroppo). e posso confermare che Charlie anche se non è un cane perfetto (e non lo vorrei neanche tale) è un cane molto integrato nella famiglia, socievole con le persone e i suoi simili. Vorrei poter dire non stressato e soddisfatto. Ma la crescita è un percorso costante, quotidiano e forse anche discutibile, perciò si vedrà. Grazie ancora.

  3. Ho sempre avuto cani e a volte piu’ di uno contemporaneamente. Quando avevo piu’ cani ho sempre monitorato il momento della pappa con la mia presenza e togliendo le ciotole quando avevano finito per evitare inutili diverbi per il possesso dell’ultima crocchetta. Ho adottato questo sistema, di non lasciare ciotole in terra, anche quando ero assente da casa. Invece quando ho avuto un cane solo ho lasciato la ciotola con pappa per lui da gestirsi nella giornata in mia assenza se non magiava prima che io andassi al lavoro. Credo sia importate capire che cane abbiamo davanti. Ci sono cani che hanno i loro tempi di pappa a seconda dell’eta’ e delle esperienze di vita ( io salvo cani dalla strada) e come noi c’e’ chi mangia tutto subito o chi ama gustare il cibo pian piano. Forse il mio metodo e’ errato ma finora non mi aha creato nessun problema di gestione dei cani.
    Non ho mai avuto problemi di agitazione nel momento di mettere giu’ le ciotole anche con piu’ cani. Credo che molto dipenda da come ci si pone con i nostri amici a 4 zampe. Il cane alfa sono io e loro devono rispettarmi ma me lo devo anche meritare trattandoli con rispetto e fermezza quando serve ma mai abusare del potere. In tanti anni che salvo cani dalla strada non ho mai avuto problemi eppure eravamo perfetti estranei l’uno per l’altra ma l’amore e la dedizione possono fare miracoli. Bisogna osservarli, capirli e rispettarli. Di una cosa sono certa: Da loro c’e’ SEMPRE da imparare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.