×


Cani: Emozioni, Apprendimento e Sonno sono interconnessi

Lo conferma una nuova ricerca scientifica


Redazione ThinkDog - 31 Maggio 2024


La nostra comprensione delle dinamiche tra emozioni, apprendimento e sonno è spesso limitata agli studi di laboratorio. Tuttavia, un recente studio scientifico del Progetto Family Dog (25 aprile 2024) apparso sulla prestigiosa rivista Nature, ha voluto esplorare queste interazioni in un contesto più realistico, utilizzando i cani come soggetti.
I risultati ottenuti offrono una conferma a ciò che Angelo Vaira sostiene da molti anni in merito ai bisogni del cane, a come questi influiscono sulle sue emozioni e di conseguenza sulle sue capacità di apprendimento.
La ricerca apre inoltre a nuove prospettive su come i cani reagiscono a diverse situazioni di addestramento, con implicazioni pratiche per tutti, compagni umani e professionisti cinofili.

L’Impatto dell’Ordine delle Sessioni di Addestramento

Uno dei principali risultati dello studio è che le prestazioni di apprendimento dei cani erano migliori durante la prima sessione di addestramento. Questo suggerisce che il successo dei cani durante la seconda sessione fosse influenzato dall’interferenza proattiva, ovvero l’apprendimento precedente interferisce con l’acquisizione di nuove informazioni.

Sonno e Aspettative: Un Duo Potente

Il miglioramento delle prestazioni di apprendimento dal pre-sonno al post-sonno è stato osservabile solo nella seconda sessione di addestramento. Questo fenomeno potrebbe essere dovuto all’effetto interattivo del sonno e della violazione delle aspettative. I cani che hanno vissuto una situazione più gratificante del previsto durante la seconda sessione hanno mostrato un miglioramento significativo nelle loro capacità di apprendimento dopo il sonno pomeridiano.

La struttura del paradigma di apprendimento. Tutti i cani hanno prima partecipato a una sessione di adattamento e i dati sul sonno sono stati raccolti per 1,5 ore. Successivamente, le condizioni di controllo e permissive sono state seguite in ordine controbilanciato, ciascuna seguita da un’altra sessione di registrazione del sonno della durata di due ore. I segnali manuali sono stati utilizzati solo durante il test di base e gli addestramenti; solo comandi verbali sono stati dati nel test e nel retest. DT 1: addestratore di cani 1 e 2, E: sperimentatore. Si noti che i comandi presentati nella figura sono esempi illustrativi e tutti e quattro i comandi sono stati controbilanciati equamente tra le condizioni e le occasioni. Foto Credits: Nature

Il Ruolo del Rinforzo Positivo

I risultati indicano chiaramente che il rinforzo positivo gioca un ruolo centrale nel miglioramento delle prestazioni e del benessere dei cani. Anche un leggero rimprovero o la mancanza di rinforzo sociale possono causare comportamenti legati allo stress, come la ricerca di prossimità verso il proprietario. Questo sottolinea l’importanza di adottare tecniche di addestramento che minimizzino lo stress nei cani.

Implicazioni Pratiche per l’Addestramento

Questi risultati sono estremamente rilevanti per l’addestramento quotidiano dei cani. Indicano che non solo il tipo di rinforzo, ma anche l’ordine delle sessioni di addestramento e le aspettative create nei cani possono influenzare significativamente i risultati dell’addestramento. Inoltre, la mancanza di una correlazione diretta tra il miglioramento delle prestazioni di apprendimento e le caratteristiche del sonno suggerisce che altri fattori, come l’emozione e la violazione delle aspettative, giocano un ruolo cruciale.

Verso un Addestramento Canino più Efficace

Per migliorare ulteriormente l’addestramento, sono necessarie ulteriori ricerche che includano componenti aggiuntivi, come sessioni di addestramento permissive successive e condizioni di veglia, per valutare meglio l’effetto del sonno e della violazione delle aspettative. Questi studi potrebbero fornire una comprensione più approfondita su come ottimizzare le tecniche di addestramento per cani con diverse sensibilità e problematiche comportamentali.

Conclusioni

Questo studio offre nuovi spunti su come emozioni, apprendimento e sonno interagiscono nei cani, con implicazioni pratiche per l’addestramento. I risultati suggeriscono che tecniche di rinforzo positivo e un’attenta considerazione delle aspettative dei cani possono migliorare significativamente le loro capacità di apprendimento e il loro benessere generale. Questi insights potrebbero anche essere estesi agli esseri umani, offrendo una prospettiva più ampia sulle somiglianze tra cani e persone nel contesto dell’apprendimento e delle emozioni.

In attesa di ulteriori notizie dalla scienza ti invitiamo a leggere l’articolo scientifico integrale, qui: www.nature.com/articles/s41598-024-60166-8

Referenze:
Il rapporto completo dello studio intitolato “Effetto interattivo potenziale della violazione positiva delle aspettative e del sonno sulla consolidazione della memoria nei cani” è stato pubblicato su Nature.

Informazioni sugli Autori

Contributi
Concetto: V.R., T.K., B.Cs. e M.G. Metodologia: V.R., T.K., B.Cs. e M.G. Validazione: V.R., T.K., B.Cs. e M.G. Analisi Formale: V.R. e T.K. Indagine: V.R., T.K., B.Cs. Cura dei Dati: V.R., T.K. Scrittura – Bozza Originale: V.R. Scrittura – Revisione ed Editing: tutti gli autori Visualizzazione: V.R. Supervisione: M.G. Acquisizione Fondi: M.G.

Per Approfondire

Leggi l’Articolo; https://angelovaira.it/blog/video-sono-6-i-bisogni-fondamentali-del-cane/
Leggi il Libro “Dritto al cuore del tuo cane”: https://www.thinkdogstore.it/product/dritto-al-cuore-del-tuo-cane/

Contatta un Educatore Cinofilo ThinkDog

Vai sulla nostra Mappa: map.thinkdog.it