×


Il Regalo più bello

Dalla scrivania di Angelo Vaira


Redazione ThinkDog - 8 Dicembre 2023


È un tema che da qui a gennaio o febbraio si riproporrà. Quante persone regalano cuccioli per Natale? E quante lo riportano in canile poche settimane dopo o lo consegnano alla solitudine di un giardino?

Magari ti sei annoiato, scopri che lascia in casa troppi peli, cambi casa o ti lasci col tuo partner e nessuno dei due “può tenerlo”. Ma cosa succede quando dai via il cane?

Ti indurisci. Prendi una scorciatoia comoda invece di diventare sempre più coerente e responsabile. Se hai dei figli insegni loro esattamente ciò che non vorresti: cercare quello che fa star bene al di fuori di sé; comprare cose, illudendosi che diano felicità; e poi gli insegni che una volta stanchi di esse, le si può buttare via e sostituirle con qualcos’altro. E poi di nuovo. E ancora. In un processo che forse avrà fine solo in psicoterapia, quando qualcuno gli dirà che quello che cerca è in se stesso e nelle relazioni autentiche.

La verità è che quando tratti i cani come oggetti, li regali e li butti via, nel cervello di tuo figlio, imprimi uno schema che tenderà a riprodursi ogni volta che sarà in relazione con qualcuno. Se in futuro ci saranno condizioni simili, non importa quali saranno i soggetti coinvolti, non userà il cuore ma l’egoismo. Autodeterminando la sua infelicità.

Se fino ad ora hai trascurato qualcuno, che sia un animale o una persona, credendo fosse indipendente da te e dalle tue scelte, puoi cominciare a renderti conto che in realtà ciò che conta non è solo lui o lei, ma ciò che emerge dal vostro contatto. Per il fatto di relazionarvi siete in qualche modo allacciati e le scelte che compi riguardano anche ciò che avviene dentro di te, in profondità.

Da questa prospettiva, possiamo considerare quanto il vero regalo non sia il cane, ma quello che accade dopo. Prendersi cura di lui una volta adottato, è il più bel regalo che tu possa fare a lui, a te stesso e a chi vive con te.

Adotta consapevolmente 🧡