Chat with us, powered by LiveChat

Sport e Cani Felici

Lo Sport al Servizio del Cane

 

agility dog

ThinkDog è una società sportiva. Il modo in cui facciamo sport con i cani è diverso da ciò che abbiamo visto accadere tante volte.

Nella visione antiquata il cane è utilizzato per vincere le gare. Se il cane non funziona, lo si cambia e tal volta maltratta, in funzione dell’ottenimento di un titolo. In tutto il mondo per esempio si usano spesso collari con le punte poggiate sul collo del cane e collari elettrici per inibire gli errori e spaventare il cane che non collabora.

Per noi invece non è il cane a servire lo sport, ma lo sport a servire il cane.

Lo sport che possa davvero essere chiamato tale, nutre la relazione, crea intesa, soddisfa i bisogni del cane, lo motiva e rallegra. E questo sì che è sport.

 

 

fiscLa federazione

La federazione sportiva a cui abbiamo scelto di affiliarci è la FISC – Federazione Italiana Sport Cinofili. È perfettamente in linea con la nostra idea di sport: lo sport che educa, promuove la socialità e la salute, che mira all’intrattenimento e allo svolgimento di attività che sostengono la naturale spinta alla salute del cane e del suo conduttore. Salute fisica, mentale ed emozionale.

 

 

Le gare, i punteggi e i principi ThinkDog

Le gare che promuoviamo, con i loro punteggi e la competenza del giudice, sostiene lo sport così come dovrebbe essere praticato in tutto il mondo in ogni disciplina. Nell’immaginario collettivo, l’umano sportivo è disciplinato, resiliente, in piena salute. E col tempo modifica la propria psicologia integrando nella vita di tutti i giorni i valori propri della promozione sportiva.

Chi fa sport? Il cane o il conduttore?

Pensa al mondo dei cavalli… la risposta ora è più facile: entrambi! Entrambi devono essere preparati e allenati. Ma prima ancora devono realizzare una grande intesa. Ecco perché è assolutamente necessario che il cane viva una buona qualità della vita all’interno di una famiglia che ben lo accolga e capisca. La base è l’ascolto. Lo diciamo sempre

Un cane che non ascolta è un cane che non è ascoltato.

All’ascolto dedichiamo un corso di una giornata intera la quale, tuttavia, è solo un avvio alla dimensione dell’ascolto, che procederà poi per tutta la vita e che sosterrà e verrà sostenuto dalla pratica sportiva.

Per prepararsi alle gare inoltre si ha bisogno di un istruttore preparato a tutto tondo: un educatore (risveglia il potenziale cognitivo, sociale e motorio del cane) e un tecnico specializzato in una particolare disciplina.

Nella sua formazione più elevata l’istruttore è anche un esperto di socialità, poiché il cane è un animale sociale e prende contatto con cani e persone durante ogni gara e ogni allenamento. Ed è anche un esperto in problematiche comportamentali, le quali spesso ostacolano la pratica sportiva. A un istruttore esperto in recupero comportamentale a volte basta davvero poco per notare che il problema nel superamento di un particolare esercizio non risiede nella quantità di tempo passata ad allenarsi, ma sarà da ricercare e risolvere su piani differenti, come quello della comunicazione, dello stress, della prossemica, delle emozioni vissute da cane e proprietario, per esempio. Ed ecco che con piccoli o grandi accorgimenti, l’istruttore “muove” leve comportamentali e relazionali atte a migliorare la qualità della vita e della relazione e quindi della performance.

 

Il Corso per Educatori e Istruttori

Chi allena il cane? E come fa?

Nel percorso di avviamento allo sport, svolgendolo con dei cani, individui appartenenti a una specie diversa dalla nostra, è necessario un apprendimento che avvicini la famiglia alla comunicazione e bisogni del loro animale. Ecco perché il tecnico deve prima di tutto essere un esperto della specie e facilitare la relazione fra cane e conduttore, nonché si occupa del suo benessere a casa. Successivamente ci sarà la preparazione a uno sport specifico da parte del tecnico di disciplina (disc dog, agility, Rally O’ ecc.). C’è poi la formazione degli Istruttori che approfondiscono le tematiche relative alla riabilitazione comportamentale e la socialità del cane. Elementi che talvolta possono ostacolare la pratica sportiva e la stessa qualità della relazione e della vita del cane.

 

Il Cross Training Dog

Angelo Vaira ha ideato una nuova disciplina sportiva che tenga conto delle stesse innovazioni che lo stesso Vaira ha introdotto in cinofilia sulla relazione e la psicologia del cane. Ne ha già anticipato l’idea essenziale nel suo libro “Dritto al cuore del tuo cane”, pubblicato nel 2011 dal gruppo Feltrinelli.

Il Cross Training Dog vuole essere un allenamento non specializzato, in cui cane e conduttore si impegnano a coltivare le capacità relative alle tre aree di competenza identificate da Vaira:

  • Cognitiva
  • Sociale
  • Motoria

Il focus del Cross Training Dog è su due punti, facce della stessa medaglia: non specializzazione e destrutturazione.

Non specializzazione: ovvero non forma cani specializzati in una singola abilità (ad esempio l’agilità), poiché questo va di solito a detrimento delle altre aree di competenza (resistenza, forza, socialità ecc.)

 

Destrutturazione degli esercizi di gara: ovvero i partecipanti a ogni gara non sanno in anticipo quali esercizi saranno proposti. Solo quando si presentano al primo giorno di gara scoprono gli esercizi che il comitato organizzativo ha scelto di delineare. E questi possono essere esercizi mai presentati prima in gara.

Stiamo lavorando per rendere la disciplina in forma agonistica. Una tipica gara di Cross Training Dog si svolge in questo modo:

  1. I candidati arrivano in sede di gara e sistemano al meglio con la propria auto/stand per garantire agio e riposo al cane
  2. Si registrano e scoprono in quel momento a quali esercizi saranno sottoposti
  3. Uno per uno partecipano alla gara realizzando un punteggio che preveda un coefficiente di difficoltà
  4. A fine gara c’è la premiazione della coppia cane conduttore, che risulteranno i meglio allenati in modo equilibrato sulle tre aree di competenza

Scopri gli allenamenti che si svolgono regolarmente, anche a distanza, attraverso video, grazie al Centro Cinofilo “Cani per Caso”.

Link riferiti al Cross Training Dog

TD Camp: allenamenti e gruppi di pratica

 
 

TD Camp sta per “ThinkDog Camp” ovvero dei “campi pratica”, allenamenti riservati a tutti gli appassionati dei metodi ThinkDog. Qui ci si allena ed esercita insieme ai nostri migliori istruttori. Si fanno esperienze sportive vissute secondo i principi ThinkDog: gentilezza, motivazione, salute, emozionalità e relazione.

I TD Camp si tengono regolarmente: visita la nostra pagina FB dedicata:

https://www.facebook.com/groups/864953590291232/

Calendario

Scopri il nostro calendario con tutte le iniziative: gare, gruppi di pratica, formazione educatori e tecnici e le nostre iniziative on-line!

marzo 2019

9mar16:30– 18:30TD CAMP – Allenamento e gruppi di praticaRoma
30mar16:30– 18:30TD CAMP – Allenamento e gruppi di praticaBergamo
30mar16:30– 18:30TD CAMP – ALLENAMENTO E GRUPPI DI PRATICABergamo

EVENTI SPORTIVI REALIZZATI

thinkdog community

Accedi a thinkdog community

Al suo interno troverai lezioni e approfondimenti di alcuni tra i migliori Docenti di Cinofilia in Italia.